Droghe: on line la più vasta ricerca indipendente sui consumi

3 dicembre 2014 di Leonardo Fiorentini | 1952 visite | Lascia un commento »

Schermata 2014-11-09 alle 10.49.57FINALMENTE ON LINE IN ITALIANO GLOBAL DRUG SURVEY 2015,
LA PIU’ VASTA RICERCA INDIPENDENTE SUI CONSUMI DI DROGHE
Global Drug Survey (GDS), la più vasta ricerca indipendente sui consumi di droghe è ora accessibile anche ai consumatori italiani.

Grazie alla collaborazione di Forum Droghe, che ne ha curato la versione italiana, dal 17 novembre al 20 dicembre 2014 è on line la versione 2015 di Global Drug Survey, il più vasto monitoraggio sui consumi di droghe promosso da ricercatori indipendenti, basato su informazioni fornite da consumatori di tutta Europa e del mondo in modo anonimo e diretto.

Nel 2014 circa 80.000 persone in tutto il mondo hanno scambiato informazioni e conoscenze partecipando a Global Drugs Survey (GDS), e i risultati sono stati diffusi a livello globale raggiungendo oltre un milione di persone. Nel 2015 GDS è ancora più accessibile: tradotta in 10 lingue, incluso l’italiano, conta di coinvolgere almeno 120.000 partecipanti.

GDS è obiettiva e indipendente, si avvale di un team internazionale di ricercatori esperti che pongono domande capaci di “leggere” i consumi di droghe in un modo diverso, finalmente nella prospettiva dei consumatori. E sono proprio i consumatori a fornire, con la loro partecipazione, un quadro dettagliato non solo delle sostanze d’uso (incluse quelle legali e quelle emergenti) ma anche delle modalità di uso, delle ragioni, delle strategie di controllo e limitazione di rischi e danni. Si tratta di una conoscenza non accademica e non fine a se stessa: l’obiettivo dichiarato di GDS è quello di utilizzare le informazioni raccolte per costruire un quadro realistico e aggiornato, nella prospettiva pragmatica di elaborare il più vasto e dettagliato manuale di “uso sicuro” di droghe, basato sui saperi e sulle competenze dei consumatori, perché «se i governi continuano a ripetere che è necessario “dire di no” alle droghe, milioni di persone nel mondo continuano a “dire di sì”, ma cercano di evitare rischi e possibili danni»(GDS). In questa ottica, è già on line una prima versione del manuale di riduzione del danno – che è stato letto da circa 30.000 persone – redatto grazie alle informazioni fornite dai partecipanti nell’ultimo anno (High Way Code, www.globaldrugsurvey.com/brand/the-highway-code/ solo in inglese).

GDS è inoltre parte di un più vasto progetto di informazione e comunicazione con e tra i consumatori: per esempio, grazie a www.drugsmeter.com/ (solo in inglese) è possibile auto monitorare e testare il proprio consumo, per accrescere la propria consapevolezza e limitare rischi e danni correlati.

Questa prospettiva di riduzione del danno e di valorizzazione dei saperi dei consumatori, e il carattere indipendente della ricerca, ha convinto Forum Droghe a dare il proprio contributo e a consentire anche ai consumatori italiani di accedere e partecipare attraverso una versione italiana del sito.

Si può partecipare alla ricerca dal 17 novembre al 20 dicembre 2014 sul sito: www.globaldrugsurvey.com/GDS2015

Nel giugno 2015 saranno disponibili i risultati. Sul sito di Forum Droghe, www.fuoriluogo.it, sarà via via possibile leggere informazioni e risultati delle ricerca.

Il promotore della GDS è Adam Winstock, ricercatore e psichiatra a Londra, +44 (0)20 7324 3536, moc.y1464435681evrus1464435681gurdl1464435681abolg1464435681@ofni1464435681

Pubblicità

Lascia un commento