Articoli correlati ‘milano’

Cambiamo verso sulle droghe. ADESSO!

11 novembre 2015

300250Il Cartello di Genova, con il Patrocinio del Comune di Milano, promuove:

Da Genova a Milano sulle orme di Don Gallo.
Cambiamo verso sulle droghe. ADESSO!

Milano 20-21 Novembre 2015
Camera del Lavoro, Corso Porta Vittoria 43

Venerdì 20 novembre

Camera del Lavoro, Corso Porta Vittoria 43, Milano

Apertura accrediti ore 10.00

ore 10,30 Saluti istituzionali
Coordina Cosimo Palazzo, Comune di Milano

ore 11.00 Introduzione
Leopoldo Grosso, coordinatore del Cartello di Genova

Ore 11,30 Relazioni introduttive
Città, servizi, consumi – Riccardo De Facci
Le proposte di riforma delle leggi – Stefano Anastasia
UNGASS 2016 e il ruolo dell’Italia – Grazia Zuffa

Ore 13.30 Buffet
sarà richiesto un contributo di 5 euro ai partecipanti

Ore 14.30 Ripresa dei lavori

Introduce e coordina don Armando Zappolini

Interventi iniziali
Patrizia De Rose, Responsabile Dipartimento Antidroga
Altri interventi in attesa di conferma

Cambiamo verso sulle droghe: quali culture? Quali leggi? Quali Bisogni?
Tra Italia, Europa, Mondo.

interventi programmati confermati (è prevista la traduzione)

Ungass 2016 and the role of NGOs
Marie Nougier, International Drug Policy Consortium (IDPC)

Il cambio di paradigma nella legislazione svizzera 2011-2013
Matteo Ferrari, Delegato per le tossicomanie del Canton Ticino, Confederazione Elvetica

The Silent Voice of PWUD’s
Mags Maher, Coordinatrice di Euronpud – The European Network of People who Use Drugs

Contributi alla discussione confermati:

Territori ed economie in cambiamento il consumo come modello di riscrittura della città
Aldo Bonomi, sociologo
Leggi e culture, tra nuovi bisogni e vecchie norme

Storia e cultura della legislazione sulle droghe
Luigi Manconi, presidente della Commissione Diritti Umani del Senato
La Battaglia di Canne
Ricky Gianco, cantautore

Videomessaggio dall’Uruguay

Ore 17, 30 Gruppi di lavoro
Introduce Alberto Barni del coordinamento milanese

  1. Città, consumi, servizi per un diverso concetto di consumo Coordina Pino Di Pino, introduce Stefano Bertoletti, intervengono Rita Gallizzi, Claudio Cippitelli, Mauro Croce, Denise Amerini.
    Restituzione in plenaria a cura di Stefano Regio
  2. Riduzione del danno e autoregolazione dei consumi per un diverso concetto di dipendenza
    coordina Maria Stagnitta, introduce Susanna Ronconi, intervengono Giuseppe Bortone, Roberta Bettoni, Andrea Fallarini, Lorenzo Camoletto, Alfio Lucchini, Angelo Giglio. Restituzione in plenaria a cura di Stefano Vecchio
  3. La riforma delle leggi: tre leggi a confronto
    coordina Fabio Scaltritti, introduce Elia De Caro, intervengono Carlo Renoldi, Mariapia Scarciglia, Paola Bevere,  Achille Saletti, Gennaro Santoro, Francesco D’Agata.
    Restituzione in plenaria a cura di Patrizio Gonnella.
  4. Relazione del Governo e Libro Bianco
    coordina Leonardo Fiorentini, introduce Stefano Anastasia, intervengono Alessandro Metz, Domenico Chionetti, Sabrina Molinaro, Carla Rossi.
    Restituzione in plenaria a cura di Stefano Cecconi
  5. Verso l’Assemblea Generale Onu sulle droghe (Ungass 2016) Coordina Antonella Camposeragna, introduce Marco Perduca  intevengono Leopoldo Grosso, Marie Nougier, Massimo Oldrini, Hassan Bassi.
    Restituzione in plenaria a cura di Maurizio Coletti

Per la serata conviviale si stanno prevedendo più occasioni in città per target diversi. Presto maggiori informazioni.

Sabato 21 novembre 2015

Camera del Lavoro, Corso Porta Vittoria 43, Milano

Ore 9,30 Restituzione dei Gruppi con alcune proposte concrete in vista della Conferenza governativa e dell’Assemblea straordinaria dell’Onu di aprile a New York (Ungass 2016).
Coordinano Paolo Cattaneo presidente regionale CNCA e Corrado Mandreoli Camera del lavoro di Milano

Ore 10,30 Dibattito generale su “Territorio e politiche sulle droghe”.
Coordinano Maurizio Baruffi e Vittorio Agnoletto

Lucia Castellano, consigliera regionale ed ex direttrice del carcere di Bollate
Marco Granelli, Assessore alla sicurezza e Coesione Sociale, polizia locale, protezione civile, volontariato del Comune di Milano.
Francesco Maisto, Magistrato
Sara Valmaggi, vice presidente Consiglio Regione Lombardia
Vittorio De Michelis, Regione Piemonte
Arcangelo Alfano, Regione Toscana

Ore 11,45 Presentazione della campagna “Non me la spacci giusta” promossa dalla Cild da parte di Andrea Oleandri

Ore 12.00 Tavola Rotonda

Partecipano
Pierfrancesco Maiorino, Assessore al Welfare del Comune di Milano;
Mauro Palma, Garante nazionale dei diritti dei detenuti;
Gaetano Manna, coordinatore tavolo tecnico delle regioni sulle dipendenze
Daniele Farina, parlamentare Sinistra Italiana
Filippo Fossati, parlamentare Partito Democratico

Altri partecipanti in attesa di conferma

Ore 13.30/14,30

Conclusioni del Cartello a cura di Patrizio Gonnella, Franco Corleone, Riccardo De Facci, Stefano Cecconi per una CARTA DI MILANO 2015 – Cambiamo verso sulle droghe “da Genova a Milano verso New York 2016”.

Maggiori info e programma aggiornato su milano2015.fuoriluogo.it

La politica delle città e la riduzione del danno

11 aprile 2012

Forum Droghe e CNCA organizzano per venerdì 13 aprile, a Milano, un seminario dal titolo La politica delle città e la riduzione del danno.

Discutono:

  • Matteo Ferrari, delegato per le tossicomanie del Cantone Ticino
  • Riccardo De Facci, vice presidente CNCA
  • Leopoldo Grosso, vice presidente Gruppo Abele
  • Corrado Mandreoli, segretario Camera del Lavoro di Milano

Introduce:

  • Grazia Zuffa

Parteciperanno:

  • Nick Crofts, Law Enforcement and Harm Reduction Network
  • Pierfrancesco Maiorino, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Milano

Il seminario si terrà presso la Sala Buozzi della Camera del Lavoro, Corso Porta Vittoria, 43 a Milano con inizio alle ore 15.

(via fuoriluogo.it)

Torna il Re dei Panettoni

24 novembre 2011

Segnalo questo gustoso appuntamento meneghino, dal blog di Fabio Fimiani:

Re Panettone torna allo Spazio ex Ansaldo. L’evento che celebra la pasta lievitata simbolo di Milano si svolgerà il 26 e il 27 novembre, là dove fino alla metà degli anni ‘8o si lavorava l’acciaio per farne locomotive, carrozze ferroviarie e tram. Per la quarta edizione Re Panettone non poteva che scegliere un altro spazio della città con tanta storia, come la propria, tra le dieci De.Co. milanesi (Denominazioni Comunali) il Panettone è senz’altro la più internazionale. Nel 2011, non a caso, l’evento che celebra l’artigianato dei maestri pasticceri ha avuto in ottobre un’appendice anche a Londra. Re Panettone arriva quindi nella zona Solari-Tortona che è diventata uno degli epicentri della nuova Milano post industriale della moda, del design, dell’economia digitale, e della cultura. In alcuni capannoni che furono dell’Ansaldo ci sono infatti i lavoratori del Teatro alla Scala e sempre suoi terreni dell’ex stabilimento il Comune sta realizzando la Città delle Culture Extraeuropee, un progetto dell’architetto star David Chipperfield che risale al 2000. L’ingresso e gli assaggi a Re Panettone sono gratuiti, mentre l’acquisto del dolce è a prezzo calmierato, diciannove euro al chilo. Nelle due giornate ci saranno anche laboratori del gusto, abbinamenti con la Malvasia Doc dei Colli Piacentini, un premio, una mostra, e un convegno per i maestri pasticceri. La due giorni è organizzata dall’associazione Amici del Panettone.

Chi viola cosa?

29 maggio 2011

«Letizia Moratti dovrebbe conoscere l’art.9 della legge 212 del 4 aprile 1956, e successive modificazioni, che regolamenta il silenzio elettorale. Se lo avesse letto non avrebbe disturbato né il Prefetto né tanto meno il Capo dello Stato e viceversa avrebbe evitato di girare la città tra teatri e oratori nel giorno in cui sono vietate, come recita il comma 1 dell’articolo citato, le riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta in luoghi pubblici o aperti al pubblico».

Letizia Moratti si dimentica di ricordare l’anniversario di Walter Tobagi, così piccata e acida si rivolge a Prefetto e Capo dello Stato per “violazione del silenzio elettorale”. Già detto da una che è sostenuta dal tizio che usa le scalinate dei seggi per far comizi, è cosa curiosa. Ma l’ipocrisia – e l’ignoranza istituzionale – arriva ai massimi livelli quando si scopre che la stessa mamma di Batman si è aggirata fra oratori e teatri poco prima di scomodare le più alte cariche dello stato.

Viva il prode Baruffi!

Fatelo anche per noi, votate Pisapia! (endorsement/2)

9 maggio 2011

Ecco, dopo Alex Canella, un altro endorsement non richiesto ma molto sentito.

A Milano si gioca una partita fondamentale per il futuro del nostro paese. Se BatLady Moratti riuscirà nell’impresa di buggerare ancora una volta i milanesi nascondendo sotto il tappeto della sua campagna elettorale milionaria i fallimenti di 5 anni di disastroso governo della ex capitale morale d’Italia, sarà ancora più dura dare una svolta sensata al futuro politico del nostro paese.

Se invece Giuliano Pisapia riuscirà nel miracolo di strappare a Berlusconi ed alla Lega Milano, beh, si aprirà finalmente un futuro di speranza anche per il nostro paese. Perchè Pisapia è un candidato forte, serio e competente, che ha vinto le primarie contro tutti i pronostici e che puo’ rappresentare il simbolo della riscossa di un paese che non ne può più di vivere all’interno di quel grande reality show che è l’Italia di Berlusconi.

Insomma se siete residenti a Milano, fatelo anche per noi, votate Pisapia!

L’avevamo sequestrata due giorni prima ed è rimasta appesa per poco

4 maggio 2011

Insomma, ma chi è quel genio dell’interior designer dell’Ufficio Politico del Commissariato di Polizia Città Studi?

“Ma tengo a precisare – fa sapere il vicequestore aggiunto Maurizio Cusano, dirigente di Città Studi – che quella è una bandiera che avevamo sequestrato, insieme con una mazza con la scritta ‘Forza nuova’, ed è rimasta provvisoriamente su quella parete del nostro ufficio politico. Poi è stata riposta, come da prassi, insieme con tutti i reperti. Quei simboli, come altri, sono totalmente estranei alla nostra ideologia”.

Da Repubblica.it

Ops

10 marzo 2011

Da Marcello:

Lady Bat-Moratti, questa non la dovevi fare. La Gaffe di oggi nel corso dell’intervista di OmniMilano ci dice che in quella casa, aehm, immobile, ci sei stata un paio di volte.

Dunque è una casa? Dunque la Moratti lo sapeva? Ha qualcos’altro da dirci Sig.ra Sindaca?

Noi ora sappiamo una cosa in più: la campagna elettorale non è costata 25 milioni di euro al consorte Moratti. E’ costata 25 milioni di euro + una casa, aehm, un immobile, che ora gli tocca donare in beneficenza per limitare la portata dello scandalo.

Nessun (legittimo) impedimento

8 maggio 2010

Berlusconi-Lario, udienza a Milano. I coniugi cinque ore in tribunale.
MILANO – E’ durata circa cinque ore la nuova udienza per la causa di separazione tra Silvio Berlusconi e Veronica Lario. Il presidente del Consiglio è giunto al Palazzo di Giustizia di Milano attorno alle 16 così come la signora Veronica e sono stati ricevuti nella stanza del presidente del tribunale Livia Pomodoro. L’udienza si è tenuta davanti al giudice della nona sezione civile Gloria Servetti.

Quando ci vanno di mezzo i soldi (ops, scusate, l’amore…) non c’è nessun (legittimo) impedimento che tenga lontano il nostro dal Tribunale…

Importiamo l’esportato?

16 aprile 2010

La metro a Copenaghen, a memoria, non costa pochissimo, anzi.

Ma in compenso c’è il wifi, come ci racconta Fabio Fimiani.

E indovinate chi la gestisce?

Sorpresa delle sorprese l’ATM di Milano.

Chissà se dover aver esportato la capacità di spuntare gli appalti importeremo mai le buone pratiche?

Benchmarking elettorale

24 marzo 2010

Beh, sarà che rimangono amici, nonostante scelte che non ho condiviso, sarà che hanno avuto un po’ più di risorse di me per la campagna elettorale (e anche qualche probabilità in più di venire eletti 😉 però fra il prode Baruffi a Milano e il lavandaio Saponaro a Bergamo mi pare che i due la campagna elettorale l’abbiano azzeccata, e mi sa che qualche loro idea verrà buona per le prossime elezioni…

In bocca al lupo (metaforicamente) a Maurizio e Marcello.