• consegna cannabis radioradicale

    Cannabis: i Radicali consegnano alla Camera dei Deputati le firme sulla legge popolare LEGALIZZIAMO!

    Il video della consegna delle firme per la legalizzazione della cannabis da Radioradicale

    Radicali Italiani e Associazione Luca Coscioni, promotori di Legalizziamo!, insieme alle altre organizzazioni che sostengono la campagna, consegnano alla Camera dei deputati le 60 mila firme raccolte in sei mesi sulla legge popolare per la legalizzazione della cannabis e la decriminalizzazione dell’uso personale di tutte le sostanze.

    Alle ore 11, dirigenti radicali, militanti e volontari si muoveranno in fila indiana, con gli scatoloni pieni di firme, dalla sede radicale di via di Torre Argentina 76 in direzione Montecitorio, dove alle 12 si tiene un comizio/conferenza stampa prima del deposito presso gli uffici della Camera.

    Sono presenti, tra gli altri, Riccardo Magi (segretario di Radicali Italiani), Marco Cappato (tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni), Marco Perduca (coordinatore della campagna Legalizziamo), Filomena Gallo (segretario dell’Associazione Luca Coscioni), Antonella Soldo (presidente di Radicali Italiani), Michele Capano (tesoriere di Radicali Italiani), Hassan Bassi (Forum Droghe), Leonardo Fiorentini (FuoriLuogo e Società della Ragione), Andrea Trisciuoglio (La PiantiAmo), Cristina Marino e Luca Marola (coordinamento nazionale e portavoce growshop italiani), Andrea Oleandri (Cild), rappresentanti delle associazioni Antigone e A Buon Diritto, e parlamentari dell’intergruppo cannabis legale.

  • Cannabis consegnate oggi le firme per la legalizzazione alla Camera dei Deputati

    Oltre 1400 firme per la regolamentazione legale della cannabis provengono da Ferrara. Ora la palla passa al Parlamento

    Cannabis consegnate oggi le firme per la legalizzazione alla Camera dei Deputati
    Oltre 1400 provengono da Ferrara

    Oggi Radicali Italiani e Associazione Luca Coscioni, promotori di Legalizziamo!, insieme alle altre organizzazioni che sostengono la campagna, hanno consegnato alla Camera dei deputati le oltre 60 mila firme raccolte in sei mesi sulla legge popolare per la legalizzazione della cannabis e la decriminalizzazione dell’uso personale di tutte le sostanze. Alle 11 si è formata un corteo in fila indiana, con gli scatoloni pieni di firme, dalla sede radicale di via di Torre Argentina in direzione Montecitorio, dove si è tenuta la conferenza stampa prima del deposito presso gli uffici della Camera. Erano presenti, tra gli altri, Riccardo Magi (segretario di Radicali Italiani), Marco Cappato (tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni), Marco Perduca (coordinatore della campagna Legalizziamo), Filomena Gallo (segretario dell’Associazione Luca Coscioni), Antonella Soldo (presidente di Radicali Italiani), Luigi Manconi (Senatore del PD), Pippo Civati (Deputato e leader di Possibile), Hassan Bassi (Forum Droghe), Leonardo Fiorentini (FuoriLuogo e Società della Ragione), Andrea Trisciuoglio (La PiantiAmo), Luca Marola (coordinamento nazionale e portavoce growshop italiani).

    Per Fiorentini, rappresentante anche del Comitato promotore locale ferrarese, “è stato un grande successo. Si tratta della più grande campagna antiproibizionista da quella del referendum del ‘93 sulla Jervolino –Vassalli. A Ferrara abbiamo raccolto oltre 1400 firme (1414 per l’esattezza) superando in scioltezza l’obiettivo iniziale delle 1000 firme. Vanno ringraziati tutti i volontari che da Ferrara a Roma hanno permesso di raccogliere le firme ai banchetti e poi ottenere i certificati elettorali per un procedimento democratico di partecipazione popolare imbrigliato da una inaccettabile, nel 2016, burocrazia.”

    “La strada della regolamentazione legale della cannabis è la via maestra per la riforma delle politiche sulle droghe. – continua Fiorentini ricordando i recenti risultati dei referendum in USA – Una via intrapresa ormai con convinzione anche nella patria della War on Drugs, gli Stati Uniti d’America, dove questo martedì altri 4 stati (fra cui la California) hanno legalizzato la cannabis per gli adulti, mentre sono ormai più di 30 gli stati in cui è legale la marijuana terapeutica”.

    “È evidente che anche il nostro paese, dove tuttora oltre il 50% dei reati per droga e delle operazioni di polizia è legato ai cannabinoidi, è maturo per arrivare alla regolamentazione legale di una sostanza molto meno dannosa di alcol e tabacco. Essa avrebbe solo effetti positivi. Sui consumi in primis, che sarebbero più sicuri e controllati, e nel medio-lungo termine tenderebbero a calare, come avvenuto ovunque si è proceduto a depenalizzazioni e legalizzazioni. Ma anche sul sistema della sicurezza e della giustizia ora appesantito da una mole incredibile di lavoro che impegna in una inutile repressione le forze dell’ordine (come recentemente ribadito dalla Direzione Nazionale Antimafia) e intasa i tribunali (quasi 200.000 i processi penali pendenti per fatti di droga). E oltre a liberare risorse utili a garantire veramente la sicurezza dei cittadini – invece che stanare coltivatori di qualche piantina di cannabis per uso personale – la regolamentazione legale della cannabis renderebbe disponibili nella casse dello Stato una enorme quantità di denaro – dai 5 ai 10 miliardi di euro – ora appannaggio della criminalità organizzata.”

  • PERCHÈ LEGALIZZARE

    PERCHÈ LEGALIZZARE Mentre in Parlamento si è cominciato a discutere la proposta di legge dell’intergruppo per la Cannabis Legale, nelle piazze si raccolgono le firme per una legge di iniziativa popolare. Venerdì 26 agosto 2016 | ore 21 Pontelagoscuro (Ferrara) Festa dell’Unità Parteciperanno: On. Davide Mattiello deputato PD commissione giustizia Luca Morassutto avvocato, Foro di Ferrara Leonardo Fiorentini consigliere comunale Sinistra Italiana Ilaria Baraldi consigliera comunale PD

    volantinoPERCHÈ LEGALIZZARE
    Mentre in Parlamento si è cominciato a discutere la proposta di legge dell’intergruppo per la Cannabis Legale, nelle piazze si raccolgono le firme per una legge di iniziativa popolare.

    Venerdì 26 agosto 2016 | ore 21
    Pontelagoscuro (Ferrara)
    Festa dell’Unità

    Parteciperanno:

    On. Davide Mattiello
    deputato PD commissione giustizia
    Luca Morassutto
    avvocato, Foro di Ferrara
    Leonardo Fiorentini
    consigliere comunale Sinistra Italiana
    Ilaria Baraldi
    consigliera comunale PD

  • BASTA SPACCIO! LEGALIZZIAMO!

    Venerdì 1° luglio 2016 | ore 19 Ferrara | Factory Grisù | Via Poledrelli 21 BASTA SPACCIO! LEGALIZZIAMO! Il dibattito sulle proposte di legge per la Regolamentazione legale della produzione, vendita e consumo di cannabis dal Parlamento approda nelle città. Partecipano Vittorio Ferraresi Deputato M5S Filippo Fossati Deputato PD Giovanni Paglia Deputato SI/SEL Marco Perduca Associazione Luca Coscioni Coordina Leonardo Uba A seguire dibattito Al termine APERITIVO di autofinanziamento! Si […]

    Venerdì 1° luglio 2016 | ore 19
    Ferrara | Factory Grisù | Via Poledrelli 21

    BASTA SPACCIO!
    LEGALIZZIAMO!

    Il dibattito sulle proposte di legge per la Regolamentazione legale della produzione, vendita e consumo di cannabis dal Parlamento approda nelle città.

    Partecipano
    Vittorio Ferraresi Deputato M5S
    Filippo Fossati Deputato PD
    Giovanni Paglia Deputato SI/SEL
    Marco Perduca Associazione Luca Coscioni
    Coordina Leonardo Uba

    A seguire dibattito

    Al termine APERITIVO di autofinanziamento!

    Si potrà firmare per la legge di iniziativa popolare per la regolamentazione legale della cannabis.

    Info su:

    Home

    Comitato promotore locale:
    Radicali, Associazione Luca Coscioni, la Società della Ragione, Forum Droghe, Pluralismo e Dissenso, Gruppo consiliare Sinistra Italiana Comune di Ferrara, Socialisti, Rifondazione Comunista, SEL, Possibile

    Dove si può firmare a Ferrara

    Tutti i mercoledì sera in Piazza a Ferrara
    Mobilitazione nazionale Domenica 26 giugno
    dalle ore 9 alle ore 12 e dalle 17 alle 19 Via Garibaldi (fianco Beltrami)

    Uffici comunali
    Ufficio Protocollo Comune di Ferrara P.tta Municipale 2
    Lun-Ven 9-13 Mar e Gio anche 15-17
    Delegazione est e Via Bologna Via Putinati 165/e
    Lun Mer Gio Ven 8,30/12,30 – mar 8,30/13 e 14/16,30
    Sportello Cona Centro Servizi c/o Ospedale S. Anna
    Lun mer ven 9/12,30 – gio 9/13 e 14/16,30
    Delegazione Nord Piazza Buozzi, 14 Pontelagoscuro
    lun mar mer ven 8,30/12,30 – gio 8,30/13 e 14/16,30
    Delegazione Nord Ovest Via Ladino, 24 Porotto
    lun mer gio ven 8,30/12,30 – mar 8,30/13 e 14/16,30
    Sportello Boara Via Copparo 276 Boara
    lun mer 8,30/12,30 – gio 8,30/13 e 14/16,30

  • Legalizzare la cannabis, oggi dibattito nella zona Gad

    Legalizzare la cannabis, oggi dibattito nella zona Gad

    Da La Nuova Ferrara del 1 luglio 2016.

    Antiproibizionisti
    Legalizzare la cannabis, oggi dibattito nella zona Gad

    Da La Nuova Ferrara del 1 luglio 2016.

    Il comitato promotore della campagna “Legalizziamo!” per una legge di iniziativa popolare sulla regolamentazione legale della cannabis organizza un dibattito nel quartiere Giardino sulla regolamentazione legale della cannabis oggi alle ore 19 alla Factory Grisù, in piena Gad, attuale teatro cittadino dello spaccio a cielo aperto. L’iniziativa vuole portare il dibattito sulle proposte di legge per la Regolamentazione legale della produzione, vendita e consumo di cannabis dal Parlamento – dove sono in corso le audizioni sulle proposte di legge all’esame delle commissioni riunite Giustizia e Affari Sociali – nelle città. La scelta del luogo non è certamente casuale: gli organizzatori vogliono sottolineare «lo stretto legame fra le scelte proibizioniste e punizioniste, che si sono rilevate fallimentari in questi oltre 50 anni di guerra alla droga, con il degrado e il senso di insicurezza che pervade le nostre città. Solo avviando una seria, scientifica e pragmatica nuova politica in materia di droghe, si può aggredire realmente il mercato nero in mano alle Narcomafie, rendere più sicure le città e più sicuro il consumo di sostanze, e al tempo stesso rendere disponibili risorse per la prevenzione, l’educazione e per il sistema di welfare del paese e liberare risorse umane e finanziarie del sistema della sicurezza».

  • Lo stato fb di Nicola Naomo Lodi

    Dei “venditori di morte”, delle “merde”, e della legalizzazione della cannabis

    Nota dei Consiglieri comunali Ilaria Baraldi (PD) e Leonardo Fiorentini (SI)

    Lo stato fb di Nicola Naomo Lodi

    Lo stato fb di Nicola Naomo Lodi

    Dei “venditori di morte”, delle “merde”, e della legalizzazione della cannabis

    Nota dei Consiglieri comunali Ilaria Baraldi (PD) e Leonardo Fiorentini (SI)

    Prendiamo atto di come l’appello a “abbassare i toni” lanciato nei giorni scorsi dal sig. Nicola Lodi non sia stato raccolto dal sig. Naomo Lodi. Il quale peraltro non si capisce bene con chi se la prenda quando parla di “venditori di morte”: con le decine di migliaia di Tabaccai che vendono sigarette (circa 70.000 morti l’anno correlati all’uso di tabacco in Italia), con le centinaia di migliaia di esercizi pubblici che vendono alcolici (circa 30.000 morti l’anno correlati all’uso dell’alcol in Italia) o a chi sostiene la legalizzazione della cannabis (0 morti nel mondo correlati all’uso di marijuana). Per quanto poi riguarda gli epiteti a noi rivolti, consigliamo agli amici dei signori Lodi (Nicola e Naomo) di aiutarli ad evitarsi guai: questa volta se la prendono con due consiglieri molto pazienti e che soprattutto credono in un sistema penale minimo. Ma in caso di reiterazione potrebbero cambiare idea, come del resto ha cambiato idea la Lega, che nella legislatura 1996/2001 aveva firmato con Maroni la proposta Corleone per la legalizzazione della cannabis.

    Per quanto riguarda invece il consigliere Spath, ci spiace dire che difficilmente ha potuto fermare qualcosa perché assente – peraltro giustificato – al momento della discussione del nostro Ordine del Giorno su UNGASS 2016 in Consiglio comunale. Invitiamo poi lo Spath medico a rileggersi la letteratura scientifica, anche recente, sugli effetti della cannabis e confrontarla con quella degli effetti dell’alcol o del tabacco. E poi, almeno per provare ad uscire un poco dalla sua bolla di ipocrisia, da politico cominciare a raccogliere firme per la proibizione di questi ultimi. Noi infatti crediamo che, nonostante il fatto che l’abuso della cannabis – in particolare in età adolescenziale – possa provocare danni (che non sono però i buchi nel cervello di serpelloniana memoria richiamati da Spath), proprio la sua legalizzazione, ovvero la sua regolamentazione legale, possa aiutare la prevenzione e l’educazione come dimostrano i fatti e gli studi.

    Perché a differenza di quanto vuol metterci in bocca il consigliere di Fratelli d’Italia, va ribadito con forza che la liberalizzazione è di fatto quella che abbiamo oggi, ed è una tale evidenza che la Direzione Nazionale Antimafia nella sua relazione 2015 ha avuto “il dovere di evidenziare a chi di dovere, che, oggettivamente, e nonostante il massimo sforzo profuso dal sistema nel contrasto alla diffusione dei cannabinoidi, si deve registrare il totale fallimento dell’azione repressiva”.

    I consiglieri comunali

    Ilaria Baraldi e Leonardo Fiorentini

  • Legalizziamo! Ecco dove si può firmare a Ferrara.

    Banchetti tutti i Mercoledì sera 1 giugno Volto del Cavallo (21,30-23/24) 8 giugno Volto del Cavallo (21,30-23/24) 15 giugno Marciapiede Mc Donalds (21,30-23/24) 22 giugno Marciapiede Mc Donalds (21,30-23/24) 29 giugno  Marciapiede Mc Donalds (21,30-23/24) 6 luglio Piazza Savonarola (21,30-23/24) 13 luglio Piazza Savonarola (21,30-23/24) 20 luglio Marciapiede Mc Donalds (21,30-23/24) 27 luglio Marciapiede Mc Donalds (21,30-23/24) Mobilitazione nazionale Domenica 26 giugno 2016 dalle ore 9 alle ore 12 e […]

    Banchetti

    tutti i Mercoledì sera

    1 giugno Volto del Cavallo (21,30-23/24)
    8 giugno Volto del Cavallo (21,30-23/24)
    15 giugno Marciapiede Mc Donalds (21,30-23/24)
    22 giugno Marciapiede Mc Donalds (21,30-23/24)
    29 giugno  Marciapiede Mc Donalds (21,30-23/24)
    6 luglio Piazza Savonarola (21,30-23/24)
    13 luglio Piazza Savonarola (21,30-23/24)
    20 luglio Marciapiede Mc Donalds (21,30-23/24)
    27 luglio Marciapiede Mc Donalds (21,30-23/24)

    Mobilitazione nazionale

    Domenica 26 giugno 2016
    dalle ore 9 alle ore 12 e dalle 17 alle 19 Via Garibaldi (area Beltrami)

    Uffici comunali:

    Comune di Ferrara
    Ufficio Protocollo Comune di Ferrara
    Piazza Municipale 2 Ferrara
    Lun-Ven 9-13 Mar e Gio anche 15-17

    Delegazione est e Via Bologna
    Via Putinati 165/e Ferrara
    Lun Mer Gio Ven 8,30-12,30
    mar 8,30-13 e 14/16,30

    Sportello Cona
    Centro Servizi c/o Ospedale S. Anna
    Lun mer ven 9/12,30
    gio 9/13 e 14/16,30

    Delegazione Nord
    Piazza Buozzi, 14 Pontelagoscuro Ferrara
    lun mar mer ven 8,30/12,30
    gio 8,30/13 e 14/16,30

    Delegazione Nord Ovest
    Via Ladino, 24 Porotto
    lun mer gio ven 8,30/12,30
    mar 8,30/13 e 14/16,30

    Sportello Boara
    Via Copparo 276 Boara
    lun mer 8,30/12,30
    gio 8,30/13 e 14/16,30

  • Legalizziamola!

    Legalizziamola! Dopo la sessione straordinaria sulle droghe dell’ONU dello scorso aprile si è riaperta, grazie ai paesi latino americani, la discussione sul superamento della guerra alla droga nel mondo. Nuove politiche sulla cannabis sono possibili, come dimostrano l’Uruguay, 4 stati USA, fra poco il Canada e come hanno dimostrato da tempo paesi come l’Olanda ed il Portogallo, più vicini a noi. In Italia è stata lanciata il 20 aprile una […]

    Legalizziamola!
    Dopo la sessione straordinaria sulle droghe dell’ONU dello scorso aprile si è riaperta, grazie ai paesi latino americani, la discussione sul superamento della guerra alla droga nel mondo. Nuove politiche sulla cannabis sono possibili, come dimostrano l’Uruguay, 4 stati USA, fra poco il Canada e come hanno dimostrato da tempo paesi come l’Olanda ed il Portogallo, più vicini a noi. In Italia è stata lanciata il 20 aprile una campagna di raccolta firme su una legge di iniziativa popolare per la regolamentazione legale della cannabis, che verrà presentata a Ferrara il 25 maggio al Circolo Arci Bolognesi durante l’ultimo Social Aperitif.

    Nel corso dell’incontro sarà presentato il libro “Dopo la guerra alla droga. Un piano per la regolamentazione legale delle droghe” (Ediesse, 2011), una guida pratica ad una nuova politica delle droghe, radicata in «scienza e coscienza.
    La legalizzazione è infatti un orizzonte possibile, a patto di discuterne con documentazione, discernimento e senza pregiudizi. Questo libro e questa iniziativa sono un contributo in tal senso.

    * Info sulla campagna
    http://www.legalizziamo.it/

    * Info sul libro
    Transform Drug Policy Foundation
    Dopo la guerra alla droga
    Un piano per la regolamentazione legale delle droghe
    http://ungass2016.fuoriluogo.it/2015/08/27/dopo-la-guerra-alla-droga/
    * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

    * P/A super DJSET di ONOKAI

    Per chi ha voglia di ballare e soprattutto per chi ha paura che gli mancheremo in questi mesi di chiusura stagionale..
    FESTA DI CHIUSURA DEL CIRCOLO
    (mi raccomando, chiudiamo a mezzanotte cenerentoli)
    * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

    OPEN h 19.00
    INGRESSO RISERVATO AI SOCI

  • festa del raccolto 2014

    Festa del Raccolto 2014 al Leoncavallo

    Sabato 11 ottobre 2014 alle 21 al Leoncavallo Spazio Pubblico Autogestito

    Sabato 11 ottobre 2014
    Ore 21
    Leoncavallo Spazio Pubblico Autogestito
    Via Watteau, 7
    20125 Milano

    Legalizzare e tassare. Per battere le mafie e uscire dalla crisi. La legge in vigore ogni giorno regala alle mafie miliardi di euro. Denaro che inquina l’economia, corrompe e che invece potrebbe essere destinato dallo Stato alla salvaguardia del territorio, al reddito minimo, al lavoro e alle pensioni. Nel mondo le cose stanno cambiando. Ci proviamo anche qui.

    Ne discutono:

    Daniele Farina, deputato di Sinistra Ecologia e Libertà

    Pippo Civati, deputato del Partito Democratico

    Introduce Leoncavallo Spazio Pubblico Autogestito

    Coordina Leonardo Fiorentini, Direttore di fuoriluogo.it