• 9 cent

    Che cosa si può comprare oggi con 9 centesimi di euro? Non bastano per un sms, forse sono sufficienti per pochi chiodi. Non mi viene in mente molto altro, se non che è il prezzo all’ingrosso di un chilo di carote. Ma è soltanto uno dei tanti esempi possibili se parliamo di cibo. È probabile che i lettori non se ne siano accorti perché a loro costa sempre uguale se non di più, ma i prezzi che spuntano i contadini sono in declino costante da anni. Le aziende agricole producono quasi tutte in perdita e la cosa passa sorprendentemente sotto silenzio. A qualcuno importa ancora della nostra agricoltura?

    Carlo Petrini, oggi su repubblica, ci spiega perchè a noi consumatori la carota costa sempre uguale, mentre ai contadini, che sono sempre meno e sempre più anziani, viene pagata sempre meno.

    E che l’unica via di salvezza è un’agricoltura di qualità per dei consumi di qualità. E la filiera corta (e magari un aiutino dalla cooperazione di consumo).

1 Comment

  1. odo says: 7 Luglio 2010 at 23:16

    oggi quando ho letto quest’articolo su la repubblica mi son detto : a questo qui gli scrivo! hai colto perfettamente la situazione! io conduco una piccola azienda agricola sui colli berici vicino a lonigo in provincia di vicenza ma sto seriamente pensando di chiudere baracca e burattini a fine anno . Mi cosidero fortunato perchè ho alternative , almeno spero.., ma davvero chi lavora nei campi oggi non è da invidiare : lavora tanto, ha grossi capitali impegnati e se gli va bene fa pari.. temo che la strada sia segnata , i piccoli devono sparire e non solo gli agricoltori. speriamo in bene. saluti e grazie. odino dal pozzo

Leave a reply.