• Consulenze a 5 stelle

    Dopo campagne elettorali puntate a demonizzare le “consulenze” come spreco e a inneggiare alla valorizzazione del personale dell’amministrazione (peraltro scelta, questa, più che condivisibile ma non sempre possibile), improvvisamente la Giunta a 5 stelle di Parma, dopo aver già affidato una consulenza esterna per la vicenda inceneritore, attiva altre tre consulenze per conoscere meglio le proprie società partecipate.

    La spiegazione è tutta un programma:

    “ci siamo rivolti all’esterno perché l’ente non ha competenze specifiche su determinate questioni”.

    Basterebbe questo per una grassa risata.

    Per la scelta si son chiesti in giro curriculum, si è consultato il popolo della rete?

    Pare proprio di no:

    “si tratta di professionisti noti la cui scelta è avvenuta “intuito personae”. Incarichi affidati per esclusive ragioni di merito”

    Ma il meglio deve ancora venire: due sono colleghi dello studio dell’assessore al bilancio?

    No problem:

    “Con loro non divido gli utili ma solo le spese dello studio”.

    E per fortuna che l’assessore è un commercialista, Tremonti docet…

    PS: e stendiamo un velo pietoso sull’ordinanza anti alcol…

Leave a reply.