• Nichi apre la «Fabbrica» ai ‘vendoliani’ ferraresi

    Nichi apre la «Fabbrica» ai ‘vendoliani’ ferraresi
    Su Facebook le adesioni al movimento pro ‘premier’
    Il Resto del Carlino del 17/10/2010 ed. Ferrara p. 15

    LA ‘FABBRICA’ apre i battenti mercoledì sera, al centro sociale di Via Resistenza. Non c’è un… padrone, anche se il referente principale è Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia e tra i potenziali candidati del centrosinistra al ruolo di premier. NON CI SONO nemmeno gli operai, ma i cittadini di varia estrazione politica (e molti senza neppure quella) che si sono fatti contagiare dallo spirito ‘vendoliano’. Si tratta in ogni caso della prima riunione ufficiale del movimento – com’è appunto definito dai primi aderenti – che chiama i cittadini a… rimboccarsi le maniche. Non quelle però di Pierluigi Bersani, ma appunto del presidente della Puglia. Il tam tam è già partito, affidato ad una fitta serie di messaggi via Internet e addirittura a ‘Facebook’, il social network al quale «La Fabbrica di Nichi» (questo il titolo del movimento politico) ha affidato la promozione dell’evento. LA LISTA degli ‘amici’ è già nutrita e, come vedremo, eterogenea; ma la prima curiosità è che il… caposquadra della «Fabbrica di Nichi» è un giovanissimo studente di Economia. Si tratta di Dario Biolcati Rinaldi, 22 anni appena, che assieme ad un gruppo di amici e conoscenti – altrettanto giovani e di fatto estranei sin qui alla militanza politica – ha deciso di inserire anche Ferrara nella mappa di località italiane in cui stanno prendendo corpo iniziative analoghe. «La ‘Fabbrica’, nello spirito del movimento, rappresenta un luogo in cui mettere a fuoco i problemi di un territorio – spiega il giovane coordinatore -, e soprattutto le soluzioni concrete a vantaggio dei cittadini e della collettività. Mercoledì partiremo proprio di qui…». ALLE 21, al centro sociale di via della Resistenza – trasformato per una sera in ‘Fabbrica’ – sono invitati innanzitutto quanti, attraverso Facebook, dichiarano l’amicizia (politica) per Vendola; l’elenco comprende parecchi esponenti della Cgil, ad iniziare dal segretario generale Giuliano Guietti e dalla dirigente Angela Alvisi, figure di spicco del Pd da Marcella Zappaterra a Luigi Marattin, Verdi come Leonardo Fiorentini o l’ex assessore Stefano Cavallini, ed esponenti della sinistra come Kiwan Kiwan e Elisa Corridoni. s. l.

Leave a reply.