• Approvata la modifica dello Statuto della Fondazione Teatro comunale di Ferrara

    Un ampio dibattito dedicato alla mozione “Ingiustizia in via Prinella” presentata dal consigliere Rendine (gruppo GOL) ha aperto la seduta del Consiglio comunale odierno. Al momento del voto il documento è stato ritirato dal presentatore. A seguire l’Assemblea ha esaminato e approvato quattro delibere degli assessori Massimo Maisto e Luca Vaccari.

    Mozione “Ingiustizia in via Prinella”
    E’ stata ritirata prima del voto finale e dopo un ampio dibattito la mozione presentata dal consigliere Rendine (gruppo GOL) dal titolo “Ingiustizia in via Prinella” (autoemendata). Al termine della presentazione sul documento erano intervenuti i consiglieri Facchini (PD), Fornasini-FI (che ha presentato una Risoluzione anche a nome dei gruppi FdI/AN, Lega Nord, M5S – respinta), Bova (FC), Rendine-GOL (che ha presentato un secondo autoemendamento), Bazzocchi (M5S), Bova (FC), Facchini-PD (che ha presentato una Risoluzione – approvata), Fornasini (FI), Spath (FdI/AN), assessore Roberto Serra. Per dichiarazioni di voto sono intervenuti i consiglieri Fiorentini-SEL (che ha presentato un emendamento alla Risoluzione del PD-approvato), Vitellio (PD), Rendine (GOL), Spath (FdI/AN), Bova (FC), Vitellio (PD), Morghen (M5S), Spath (FdI/AN), Rendine (GOL), assessore Roberto Serra, consiglieri Bazzocchi (M5S), Bova (FC), Cavicchi (Lega nord), Anselmi (FI), assessore Roberto Serra, consigliere Rendine-GOL che ha appunto annunciato il ritiro del documento.

    Queste le Delibere esaminate

    Assessore alla Cultura/Turismo Massimo Maisto

    – “Modifica dello Statuto della Fondazione Teatro comunale di Ferrara”.

    Dopo l’illustrazione da parte dell’assessore Maisto sulla delibera sono intervenuti i consiglieri Soriani (PD), Bazzocchi (M5S),  Zardi (FI), assessore Maisto, consigliere Vignolo (PD).

    La delibera è stata approvata con 22 voti a favore (PD, FC, SEL, M5S) e 7 voti di astensione (FI, FdI/AN, Lega nord, GOL).

    LA SCHEDA – Le principali modifiche apportate allo Statuto della Fondazione Teatro comunale di Ferrara riguardano l’ex articolo 15 “Consiglio di Amministrazione”, diventato 16 nella nuova formulazione e l’ ex articolo 17 “Direttore” diventato 18. Sulla base degli indirizzi del socio unico Comune di Ferrara sono state apportate le modifiche, finalizzate ad ampliare le competenze attribuite alla figura del Direttore (vedi nuovo art.18) e ad agevolare la partecipazione alla vita della Fondazione da parte di eventuali soggetti privati e sponsor. L’ex art. 15 è stato riformulato, confermando a 5 il numero dei membri del CdA, compreso il Presidente, ed è stata eliminata la norma transitoria (art. 24) che prevedeva che “..sino a quando il Comune di Ferrara resterà unico socio fondatore il Consiglio di Amministrazione sarà composto da 3 membri”, permanendo l’assenza di soci privati.

    – “Approvazione Statuto ‘Adesione del Comune di Ferrara all’associazione via Romea – Germanica'”.

    Dopo l’illustrazione da parte dell’assessore Maisto sulla delibera sono intervenuti i consiglieri Mantovani (M5S), Soriani (PD). Al termine della replica dell’assessore Maisto per dichiarazioni di voto è intervenuto il consigliere Spath (FdI/AN).

    La delibera è stata approvata.

    LA SCHEDA  – Si propone di promuovere in termini storici, culturali ed anche turistici il percorso della Via Romea di Stade, valorizzando le risorse ambientali, architettoniche e culturali di tutte le località delle realtà associate presso enti, istituzioni, organizzazioni dei vari livelli territoriali, di ambito non solo nazionale ma anche europeo. E’ l’associazione Italiana “Via Romea Germanica” alla quale ha aderito il Comune di Ferrara e che vede l’impegno di collaborazione fra i Comuni e le associazioni interessate dal percorso, per l’avvio e il proseguimento delle iniziative relative al circuito della via Romea di Stade. L’individuazione del tracciato all’interno del territorio del Comune di Ferrara sarà oggetto di successivo atto dopo aver concordato il percorso con il Comune di Argenta.

    (Vedi a fondo pagina il testo dello Statuto).

    Assessore Contabilità e Bilancio Luca Vaccari 

    – “Modifiche ed integrazioni al Regolamento generale delle entrate Tributarie e di riscossione delle entrate Extratributarie”.

    Dopo l’illustrazione dell’assessore Luca Vaccari sul documento sono intervenuti i consiglieri Rendine (GOL), Vignolo (PD), Spath (FdI/AN), Bova (FC), Vitellio (PD), Anselmi (FI), Cavicchi (Lega Nord), Vitali (M5S).

    La delibera è stata approvata.

    LA SCHEDA – All’interno del Regolamento viene, in particolare, introdotta all’articolo 29 (“Regolarizzazione dei versamenti omessi o irregolari”) la nuova fattispecie di ravvedimento operoso così individuata: “a-bis) ad 1/9 (un nono) del minimo, se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene entro il novantesimo giorno successivo al termine per la presentazione della dichiarazione, ovvero, quando non è prevista la dichiarazione periodica, entro novanta giorni dall’omissione o dall’errore mediante versamento del tributo dovuto o della differenza, della sanzione così ridotta e degli interessi nella misura del tasso legale con maturazione giornaliera da calcolare solo sull’importo del tributo o della differenza”.
    Si è inoltre ritenuto, ai fini di un costante e tempestivo aggiornamento, di introdurre nel Regolamento norme che prevedano, per le medesime fattispecie di ravvedimento e di accertamento con adesione disciplinate sia dallo stesso sia dalla normativa nazionale, un immediato recepimento delle novità legislative in tema di graduazione delle sanzioni e della loro entrata in vigore.

    – “Modifica art. 41 del Regolamento per la Disciplina dei contratti, dei lavori in economia, dell’approvvigionamento di beni e servizi di economato, approvato con delibera consiliare del 13/05/2002”.

    Dopo l’illustrazione dell’assessore Luca Vaccari sul documento è intervenuto il consigliere Rendine (GOL). Al termine della replica dell’assessore per dichiarazioni di voto sono intervenuti i consiglieri Anselmi (FI), Spath (FdI/AN), Vitali (M5S), Rendine (GOL)

    La delibera è stata approvata.

    LA SCHEDA – La necessità di modificare l’articolo 41 nasce dall’esigenza di uniformare il Regolamento a suo tempo approvato con la più consolidata prassi amministrativa in materia di repertoriazione dei contratti e con le modifiche normative succedutesi nel tempo in tema di amministrazione digitale.

    Chiusura del Consiglio comunale ora 19.05

    Fonte: http://www.cronacacomune.it/notizie/25350/approvate.html#sthash.04GKZjzL.dpuf

Leave a reply.