• I rifiuti dell’articolo 35 arrivano in Consiglio

    I rifiuti dell’articolo 35 arrivano in Consiglio

    Il 27 si vota l’odg di Fiorentini (Sel): la norma vanifica i nostri sforzi, va cambiata. Anche M5S va all’attacco del decreto Sblocca Italia con una mozione

    La Nuova Ferrara del 23/10/2014 ed. Nazionale p. 12

    L’articolo 35 del decreto Sblocca Italia con il suo carico indesiderato di rifiuti arriva in consiglio comunale. A portarle alla discussione della prossima seduta di lunedì 27 è un ordine del giorno di Leonardo Fiorentini, che chiede di cambiare la norma. N el corso del dibattito in commissione alla Camera – dice Fiorentini – sono intervenute alcune modifiche che vanno incontro alle preoccupazioni ma che non sembrano sufficienti a garantire una corretta programmazione a livello territoriale». Le preoccupazioni le ha già manifestate anche il sindaco Tagliani: «Capisco che il governo debba affrontare le emergenze rifiuti di molte città, ma non è questo il modo» ha detto. Ora si tratta di verificare se per il Pd e per la giunta Tagliani gli emendamenti per cui i quali si è battuto anche il deputato Bratti sono considerati sufficienti per evitare che l’inceneritore Hera di Cassana possa smaltire ben oltre le 130 mila tonnellate oggi autorizzate importando rifiuti da altre Regioni. Per Fiorentini è necessario introdurre ulteriori cambiamenti all’art. 35: «Si rischia direndere vani gli sforzi ultradecennali delle Istituzioni locali di una corretta pianificazione delle politiche di riduzione, riuso, riciclo e smaltimento dei rifiuti a livello territoriale. La norma – per Fiorentini – stravolge e rende irrealizzabili gli impegni presi in questi anni dalle stesse Istituzioni nei confronti dei cittadini ferraresi, in particolare riguardo l’obbiettivo della progressiva riduzione della quantità di rifiuti non recuperati e quindi inviati allo smaltimento e la massima limitazione dell’impatto ambientale sul territorio e sulla popolazione e delle emissioni in atmosfera legate al trattamento dei rifiuti». L’odg di Fiorentini è comunque costruito per fare il pieno dei voti del centrosinistra: invoita infatti Tagliani «a continuare ad esercitare pubblicamente, anche tramite gli organi preposti dell’ANCI, un’attività di controllo e pressione affinchè il testo venga ulteriormente modificato al fine di salvaguardare le politiche virtuose intraprese in questi anni»e chiede ai parlamentari eletti nella nostra Circoscrizione a impegnarsi nella medesima direzione. La questione dell’art.35 è trattata anche nella mozione che il M5S presenterà sempre il 27; il documento però prende di mira l’intero decreto Sblocca Italia chiedendone il ritiro.Sempre i Cinquestelle (consiglieri Ilaria Morghen e Alessandro Vitali) sono i formatari9 di un odg che chiede che «Hera esca dal progetto della centrale a carbone», un investimento che riguarda la Calabria. Saranno discusse e votate anche alcune delibere, tra cui quella relativa all”Approvazione dello schema di convenzione tra il Comune di Ferrara e il Comune di Formignana per il trasporto scolastico di alunni residenti nel Comune di Ferrara e frequentanti le scuole del Comune di Formignana dal 2014 al 2017.

    Scarica in formato pdf: nuovafe_23102014.pdf.

Leave a reply.