• Senso unico eccetto bici: bene Modonesi

    La presa di posizione dell’Assessore Modonesi sulla disponibilità a ragionare sui sensi unici eccetto bici è una buona notizia, e va incontro a quanto avevo richiesto nella mia interpellanza di metà agosto. Resta il punto interrogativo sulla reale volontà del Governo di favorire o meno la mobilità ciclabile. La presa di posizione del Ministro Lupi appare al momento puramente ideologica e priva di una qualsiasi motivazione tecnica o statistica. I sensi unici eccetto bici sono realtà in molte città italiane ed in mezza europa senza che vi sia stata alcuna “emergenza” incidentalità. Il ragionamento che spero approdi presto in Consiglio comunale deve comprendere anche l’estensione delle zone 30 oltre alla ZTL in modo da rendere più sicure le nostra strade a vocazione prevalentemente residenziale per le forme di mobilità dolce e render così possibili anche all’esterno della ZTL i sensi unici eccetto bici.

  • Il Verde Fiorentini: pronto a ripiantumare con la vanga

    Il Verde Fiorentini: pronto a ripiantumare con la vanga
    La Nuova Ferrara del 11/08/2010 ed. Nazionale p. 12

    Scarica l’articolo in formato pdf: nuova_fe_110810.pdf.

    La frase ‘alberi da abbattere’ ha fatto immediatamente sollevare le antenne all’ambientalista Leonardo Fiorentini, presidente del Gruppo consiliare Verdi Per La Pace della Circoscrizione 1. A preoccuparlo è l’assenza di qualsiasi accenno, nel programma del Comune, di un piano di sostituzione delle piante rimosse. E, ricordando di non avere esitato già una volta a munirsi di vanga per dare il buon esempio, insieme alla sua interpellanza ‘allega’ la proposta di uno scambio: i soldi dei gettoni circoscrizionali per piantumare nuovi alberi.
    «Ferrara non ha certo il problema della carenza di alberi e piante – replica l’assessore Modonesi. Solo nel territorio di proprietà comunale ne sono stati censiti 48mila e in ogni caso l’intervento programmato – e di normale manutenzione – non è destinato a incidere negativamente sul ‘polmone verde’ cittadino. Le piante abbattute saranno sostituite, anche se magari non sorgeranno esattamente nel punto dove erano state rimosse. Ricordo anche che il Comune ha aderito all’iniziativa della Bnl, che all’apertura delle nuova filiale ha proposto di piantare un albero per ogni correntista: da quel che mi risulta si è arrivati già a quota 400, dunque il ‘bilancio’ del verde cittadino alla fine sarà di segno positivo». Modonesi infine si dichiara un po’ stupito dell’intervento di Fiorentini: «All’inizio dell’anno l’amministrazione ha provveduto a inviare a tutte le Circoscrizioni sia l’elenco delle potature (ne sono state fatte 3000), che degli abbattimenti. E si tratta, lo ribadisco, di un’attività assolutamente ordinaria di normale manutenzione del verde pubblico».