• Il candidato con la vanga in mano.


    Eh sì, ci ho preso gusto. Ecco il comunicato stampa per l’appuntamento di domani a Portomaggiore.

    Braccia restituite all’agricoltura. Si replica a Portomaggiore.
    In occasione del primo giorno di Primavera il candidato con la vanga in mano Leonardo Fiorentini (SEL-Verdi) pianterà un acero campestre al parco Colombani.

    Pare averci preso gusto a tenere la vanga in mano Leonardo Fiorentini, candidato di Sinistra Ecologia e Libertà e Idee Verdi alle prossime elezioni regionali.

    In realtà l’appuntamento di domani mattina a Portomaggiore per la piantumazione di 4 aceri campresti era già previsto da tempo. Si tratta infatti degli ultimi quattro alberi ad alto fusto dei dieci che i Verdi si erano impegnati a piantare a compensazione delle emissioni di CO2 della campagna elettorale per le elezioni amministrative dello scorso anno (gli altri sei sono stati già piantumati in aree private).

    Domenica 21 marzo 2010, in occasione del primo giorno di Primavera, dalle ore 11, Fiorentini sarà insieme ad Alex Canella, assessore verde a Portomaggiore ed ad altri volontari ecologisti presso il parco Colombani per la piantumazione di un acero campestre. Gli altri tre saranno piantati nell’area verde limitrofa al parcheggio collocato tra via Sole e l’angolo di via Fratelli Rosselli come concordato con il comune.

    Al termine pane, vino e salame (e alternative vegetariane) per tutti gli intervenuti.

  • Verdi, le braccia restituite all’agricoltura

    Verdi, le braccia restituite all’agricoltura
    Singolare apertura della campagna elettorale per Fiorentini: «Contadino per un giorno»

    Il Resto del Carlino del 13/03/2010 ed. Ferrara p. 11

    CONFESSIAMOLO: quante volte, di fronte a un politico (indipendentemente da partiti e schieramenti) abbiamo pensato ‘ma vai a zappare?’. Il sogno, sia pure per un giorno, diventa realtà.

    LEONARDO Fiorentini, candidato dei Verdi alle Regionali, impugna la vanga. Per l’apertura della propria campagna elettorale, ha deciso infatti di restituire all’agricoltura due braccia sottratte al mestiere antico e nobile. Stamattina dalle 11, nei giardini di viale XXV Aprile (incrocio con via Bagaro), piantumerà un albero nell’area verde. Si tratta di un esemplare di prunus cerafifera ‘Pissardi’, il cui innesto è stato concordato con l’ufficio tecnico comunale, e che servirà secondo l’esponente ecologista «a compensare le emissioni di CO2 prodotte dalla stampa del mio materiale elettorale».

    POI, CONCLUSA questa iniziativa elettorale, Fiorentini deporrà la vanga e tornerà all’attività consueta (quella di esperto di comunicazione su carta e sul web), tornando perciò a sottrarre le proprie robuste braccia all’agricoltura: «Quanto meno, in questa campagna elettorale, nessuno potrà dire che non ho lasciato nulla di duraturo alla città», commenta. Nella speranza ovviamente che il prunus attecchisca e cresca rigoglioso. L’iniziativa odierna sarà… agreste anche nel buffet, il candidato-contadino (per un giorno) offrirà pane, vino e salame a tutti gli intervenuti. In caso di maltempo, Fiorentini tornerà a prendere in mano la vanga lunedì 15.

    NEL FRATTEMPO affida al web, di cui è esperto, la propria attività politica; dal 1999 Fiorentini cura un blog su Internet (Fiore/blog), che figura tra i primi cinque più ‘cliccati’, da quelli di ambito politico. Davanti a lui c’è il leader dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro, dietro di due posizioni il ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta.

    MA RESTIAMO alla campagna elettorale. Nel sostanziale piattume di slogan e manifesti – in queste regionali la creatività dei vari candidati non brilla assolutamente – l’esponente dei Verdi annuncia altri sprazzi di originalità. In un primo depliant, tuttavia, è in bicicletta sulle Mura: immagine decisamente consueta, già utilizzata tra gli altri da Dario Franceschini, Romeo Savini e altri candidati in occasione degli appuntamenti elettorali. «A me comunque mancava…», assicura Fiorentini. Che oltre al blog, vanta un altro curioso primato: «Da sei anni, prima come presidente della Circoscrizione Centro e dal 2009 come semplice consigliere – conclude – non sono mancato neppure ad una seduta. Al momento sono l’unico per quanto riguarda il nostro Comune». Stefano Lolli
    Scarica l’articolo in formato pdf: rdc_13032010

  • Vendola batte PD 2 a 0

    L’inquietante campagna del Partito Democratico per le regionali, costruita da quelli di Proforma che si sono guadagnati fama e onori in Puglia, in rete sta raccogliendo molte diffidenze (molte)

    Così Luca Sofri sulla campagna del PD per le regionali. Oggi dal blog di Nichi Vendola scopriamo che la stessa agenzia ha ideato anche la campagna per il candidato governatore pugliese.

    Dopo la valanga di voti alle primarie, il governatore della Puglia sembra sbaragliare il PD anche nella campagna elettorale.

    Insomma Vendola batte PD 2 a 0. E non è solo una mia impressione.

  • Acqua bene comune. Domani il Recital, mercoledì la Commissione consiliare.

    Dal sito dei Verdi di Ferrara

    acqua-webDue appuntamenti importanti questa settimana dedicati all’Acqua bene comune: martedì 26 maggio un Recital organizzato dai Verdi nell’ambito della campagna elettorale per le Amministrative e mercoledì 27 maggio alle ore 15,30 la presentazione in Commissione Comunale dello studio di fattibilità elaborato dalla Holding “Ferrara Servizi”, deciso dal Consiglio Comunale nel novembre 2008, per valutare il percorso e i costi per riportare la gestione del ciclo idrico integrato totalmente al pubblico e per acquisire il Laboratorio Analisi Acqua di Pontelagoscuro, oggi di proprietà di Hera.

    Il Recital dedicato all’Acqua proposto dai Verdi avrà luogo martedì 26 maggio alle ore 18,45 a Ferrara in piazzetta Sant’Anna; curato dal regista Fabio Mangolini, prevede la lettura di testi letterari e di saggi sul tema, voci recitanti lo stesso Fabio Mangolini e Silvia Belcastro, all’arpa Irene De Bartolo.
    La posizione dei Verdi per la ripubblicizzazione dell’Acqua è nota ed è stata oggetto in questi anni di numerose e azioni: il lavoro nelle Istituzioni è iniziato nel 2000 con l’adesione al Manifesto Mondiale per l’Acqua e alle diverse iniziative finalizzate a considerare l’acqua patrimonio dell’umanità e a sottrarne dunque il controllo al mercato. Una delle ragioni principali che condusse i Verdi (unica forza politica a compiere questa scelta) a votare nel Consiglio Comunale di Ferrara contro la fusione Agea – Acosea in Hera fu proprio perchè sarebbe stata Hera, azienda a maggioranza pubblica, ma quotata in Borsa, a gestire il ciclo idrico integrato. I Verdi fanno parte del Comitato locale Acqua pubblica assieme al quale raccolsero le firme, nel 2007 per la legge di iniziativa popolare per la ripubblicizzazione dell’acqua. La proposta a livello locale è l’acquisizione da parte del Comune di Ferrara del laboratorio Analisi Acqua di Pontelagoscuro (cessione di una parte di azioni Hera e modifica dell’attuale contratto  di servizio per garantire fino al termine dello stesso l’acquisto delle prestazioni del laboratorio da parte di Hera), creazione di un unico Ente di diritto pubblico (fusione Acosea Impianti – Cadf) che gestisca per l’intero territorio provinciale il ciclo idrico integrato e che sia direttamente controllato dagli utenti e dai lavoratori del settore. Nel corso degli ultimi anni sono stati numerosi gli impegni ottenuti a livello istituzionale sull’Acqua: documenti di orientamento per introdurre norme obbligatorie nei Regolamenti Urbanistici edilizi per costruire reti duali e conservare l’acqua piovana; sostituzione dell’acqua minerale con l’acqua del rubinetto in Comune e in alcune Circoscrizioni; adesione all’associazione Enti locali per l’acqua pubblica e, appunto, lo studio di fattibilità per verificare il percorso per scorporare la gestione dell’acqua da Hera.

  • 24 maggio. Strategie domestiche di uscita dalla crisi.

    I candidati dei Verdi di Ferrara vi invitano oggi pomeriggio all’acquedotto.

    Domenica 24 maggio 2009 ore 17,30-19,30
    Acquedotto
    Piazza XXIV Maggio
    Ferrara

    Strategie domestiche di uscita dalla crisi
    3 stand per 3 lezioni teorico-pratiche

    PREDISPORRE IL PROPRIO ORTO (vasi, terriccio e piantine forniti gratuitamente dai Verdi), insegnante Silvia Donini, presidente associazione “Amici del Parco di Santa Chiara”
    AGGIUSTARE UNA BICICLETTA BUCATA, a cura dello staff di “Ricicletta”
    IMPARARE A CUCIRE L’ORLO DI PANTALONI E GONNE (aghi e filo forniti gratuitamente dai Verdi; si consiglia di portare un proprio capo che necessiti di orlo), insegnante Cristiano Luciani.

    Merenda biologica per i bambini