• Assemblea di Banca Etica

    Ricevo e volentieri rilancio la convocazione dell’Assemblea dei Soci di Ferrara di Banca Etica:

    Cari SOCI,
    anche quest’anno ci diamo appuntamento per trascorrere qualche ora assieme e verificare quanto abbiamo fatto nell’anno passato e decidere assieme gli interventi che riteniamo più idonei per migliorare il nostro inserimento nel contesto della nostra provincia.
    Il 2011 è stato un anno importante per Banca Etica sotto tanti punti di vista. E’ stata varata una profonda riorganizzazione interna per essere preparati a lavorare meglio nel futuro, con buone prospettive ed un crescente apprezzamento del lavoro che stiamo facendo per essere a fianco dell’economia civile.
    Anche il punto informativo di Ferrara registra da qualche tempo una soddisfacente frequentazione di nominativi soci e non soci che si avvalgono della consulenza dei nostri banchieri ambulanti i quali si trovano a gestire una serie di appuntamenti già presi e seguiti dal GIT. Ne deriva un costante aumento sia del Capitale sociale sottoscritto che delle somme depositate nelle diverse tipologie dei prodotti di BpE, e dei fidi erogati.
    Potremmo fare ancora molto di più se potessimo contare sulla collaborazione di quanti hanno a cuore la costruzione di un futuro più equo e responsabile
    Vi invitiamo pertanto a partecipare alla

    ASSEMBLEA dei Soci di Ferrara di Banca Etica
    Venerdì 11 maggio 2012 alle ore 19
    Sala Polivalente (sotto il cinema) Parrocchia di S. Benedetto
    Piazzale S. Benedetto n° 7 – Ferrara

    Con il seguente O.d.G.: – Bilancio di un anno di attività
    – Progetti futuri
    – Presentazione Campagna “Non con i miei soldi”
    – Terra Futura a Firenze dal 25 al 27 maggio p.v.
    – Ritiro deleghe per Assemblea Nazionale del 19/5 a Roma
    Saranno presenti all’incontro
    = ANNA FASANO – Consiglio Amministrazione di Banca Popolare Etica
    = IVAN PESARESI – Nuovo Responsabile Culturale d’Area BpE

    Contiamo di vedervi numerosi, data l’importanza dell’incontro.

    p. Circoscrizione Territoriale Soci Ferrara
    Alfredo Corallini tel 335343659

    ATTENZIONE ! ……Poiché alle ore 20,30 è prevista una ottima CENA (costo 25 Euro) è indispensabile confermare la prenotazione entro il giorno 8/5/2012
    telef. Mambelli 0532/60099 – 3478292926 – Bertuzzi 0532/63446 – 3389663156 o al GIT 0532/777651 martedì pom. o Giovedì mat. Oppure mail: bancaeticafe@libero.it
    E’ GRADITA LA PARTECIPAZIONE ANCHE DI AMICI E SIMPATIZZANTI

  • Finanza etica e possibile

    Vi segnalo questa iniziativa di Banca Etica lunedì 28 novembre a Ferrara

    ACLI – ARCI – AZIONE CATTOLICA- CISL -FIBA – UISP
    con il patrocinio del COMUNE di FERRARA

    invitano al CONVEGNO
    CRISI FINANZIARIA
    NON CON I MIEI SOLDI

    Relatore : UGO BIGGERI Presidente Banca Popolare Etica
    Interviene : TIZIANO TAGLIANI Sindaco di Ferrara
    Coordina : ALFREDO CORALLINI Responsabile Soci Banca Etica Ferrara

    Lunedi 28 novembre 2011 ore 17,oo
    Sala ARENGO – Palazzo Comunale – Ferrara
    LA CITTADINANZA E’ INVITATA  !!!

    Info: BANCA ETICA – G.I.T. Ferrara – C.so Piave 60 – FE  tel 0532/777651 fax. 0532/771644
    Email: bancaeticafe@libero.it
    http://www.bancaetica.com

  • il virus americano

    Per uscire dalla crisi economica gli italiani devono avere “voglia di reagire, di impegnarsi e magari lavorare anche di più, reagendo a questa influenza americana, a questo virus che viene dall’America”

    Il cambio di rotta è ormai cosa evidente. Solo qualche mese fa qualsiasi sinistrorso avesse provato ad accennare ad un “Virus Americano” sarebbe stato tacciato di antiamericanismo e Ferrara avrebbe organizzato una manifestazione per quattro gatti a Piazza Navona. Oggi che l’America ha voltato pagina, che Obama ha lanciato la sfida del Green New Deal e Berlusconi quella della cementificazione del paese nel nome di Santa Betoniera, la frattura è insanabile. Finchè il virus americano ci impegnava in guerre per il petrolio andava bene, ora che la disastrosa gestione della finanza americana da parte di Bush ha i suoi effetti catastrofici sull’economia reale la presa di distanza, postuma e sguaiata, è l’unica via d’uscito per il nostro sinistro Presidente del Consiglio.

    ps: i precari licenziati, i cassintegrati, i semplici disoccupati lavorerebbero volentieri di più. Il problema, caro Silvio, è che il lavoro non ce l’hanno…

  • La legge della procastinazione ed il signor Tremonti

    Per alleviare le famiglie dal caro mutui aveva inventato il prestito sul prestito. Si è visto come è finita.

    Per uscire dalla crisi propone di tagliare gli acconti Irpef e Ires (ma non certo i saldi). Un provvedimento che sul breve (Natale, Befana?) magari da qualche effetto positivo sulla liquidità di imprese e famiglie, ma che già dopo sei mesi annulla i propri effetti…

    Insomma i problemi che non si sa come risolvere meglio rinviarli, magari al prossimo governo. Un adattamento tremontiano della legge della procastinazione del buon vecchio Murphy:

    1. La procastinazione riduce il lavoro e sposta la responsabilita’ del suo completamento su qualcun altro (chiunque abbia fissato la scadenza).
    2. Riduce l’ansia riducendo la qualita’ richiesta dal meglio assoluto al meglio relativo al poco tempo a disposizione.
    3. Fa guadagnare importanza agli occhi altrui e propri, perche’ si tende a spiegare lo stress con l’importanza del lavoro.
    4. Comporta l’eliminazione di qualsiasi interruzione, altri lavori compresi, per consentire al lavoratore cosi’ ovviamente stressato la massima concentrazione.
    5. La procastinazione elimina la noia: non si ha mai l’impressione di non avere niente da fare.
    6. Puo’ anche eliminare il lavoro sa le necessita’ termina prima che possa essere svolto.