• Piano di recupero dell’area ex Sant’Anna

    GIOVEDÌ 24 NOVEMBRE 2011
    ore 17.00 – 19.30

    Sala della Musica
    Via Boccaleone, 19 – Ferrara

    Analisi e discussione del Piano di Recupero dell’area ex Sant’Anna, alla luce delle osservazioni e delle proposte presentate dai cittadini e consegnate al Tavolo tecnico di Progettazione.

    Saranno l’Assessore all’Urbanistica Roberta Fusari e l’Arch. Zaira Sangiorgi, dell’Ufficio Progettazione del Comune di Ferrara, a illustrare nel dettaglio le scelte del Piano e a fornire gli elementi su cui si aprire il confronto con i partecipanti, che, come di consueto, verrà guidato e facilitato dall’Arch. Giovanni Ginocchini. L’obiettivo dell’incontro è la restituzione puntuale di ciò che il nuovo Piano di Recupero dell’Area ha recepito delle Osservazioni dei cittadini consegnate al Tavolo tecnico di Progettazione.
    L’appuntamento sarà anche l’occasione presentare le future iniziative in programma, pensate per dare seguito al coinvolgimento e alla partecipazione dei cittadini al progetto “Quartiere San Rocco”.

    Vai all’area del percorso partecipato sul sito del Comune di Ferrara.

  • Piano di recupero dell’area ex Sant’Anna

    GIOVEDÌ 24 NOVEMBRE 2011
    ore 17.00 – 19.30

    Sala della Musica
    Via Boccaleone, 19 – Ferrara

    Analisi e discussione del Piano di Recupero dell’area ex Sant’Anna, alla luce delle osservazioni e delle proposte presentate dai cittadini e consegnate al Tavolo tecnico di Progettazione.

    Saranno l’Assessore all’Urbanistica Roberta Fusari e l’Arch. Zaira Sangiorgi, dell’Ufficio Progettazione del Comune di Ferrara, a illustrare nel dettaglio le scelte del Piano e a fornire gli elementi su cui si aprire il confronto con i partecipanti, che, come di consueto, verrà guidato e facilitato dall’Arch. Giovanni Ginocchini. L’obiettivo dell’incontro è la restituzione puntuale di ciò che il nuovo Piano di Recupero dell’Area ha recepito delle Osservazioni dei cittadini consegnate al Tavolo tecnico di Progettazione.
    L’appuntamento sarà anche l’occasione presentare le future iniziative in programma, pensate per dare seguito al coinvolgimento e alla partecipazione dei cittadini al progetto “Quartiere San Rocco”.

    Vai all’area del percorso partecipato sul sito del Comune di Ferrara.

  • Parte il percorso partecipato per l’Area Sant’anna

    Domani parte il percorso avvitato dall’amministrazione comunale per informare, condividere e far partecipare i cittadini alla fase di progettazione urbanistica dell’area dell’Ospedale Sant’Anna, una volta che le funzioni ospedaliere saranno trasferite a Cona.

    Purtroppo negli anni novanta non si è riusciti ad impedire quella follia che si è poi dimostrata Cona (invano e nei tempi giusti chiedemmo, insieme a migliaia di cittadini di investire per ristrutturare il Sant’Anna) però oggi non si puo’ far finta che l’ospedale nuovo sia quasi pronto e che l’area debba trovare un futuro compatibile con le necessità della città.

    Anche per questo – e per impedire ogni velleità speculativa – grazie ad un emendamento presentato dal sottoscritto e approvato dall’allora Circoscrizione Centro Cittadino, il Piano Strutturale Comunale prevede che non possano essere aumentate le cubature all’interno dell’area. Mi piace ricordarlo, ogni tanto.

    Ecco il programma della prima giornata di lavoro:

    SABATO 9 APRILE 2011

    Programma della mattinata
    Sala della Musica, Chiostro di San Paolo (Circoscrizione 1),
    via Boccaleone n. 19, Ferrara
    ore 9.30 Introduzione ai lavori
    ore 10.30 Gruppi di discussione facilitati
    ore 13.00 Colazione di lavoro

    Programma del pomeriggio
    Visita di studio:
    ore 14.30 ritrovo in Piazzetta Sant’Anna, Ferrara.
    L’antico Ospedale Sant’Anna, a cura di Francesco Scafuri.
    ore 15.30 ritrovo presso l’Arcispedale Sant’Anna, ingresso corso Giovecca n. 189 (angolo via Mortara), Ferrara.
    Le aree esterne e gli edifici esistenti, a cura dei tecnici del gruppo di progetto.
    ore 17.00 Conclusione della giornata.

    Maggiori informazioni sul sito del Comune:
    http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=2715

  • Parte il percorso partecipato per l’Area Sant’anna

    Domani parte il percorso avvitato dall’amministrazione comunale per informare, condividere e far partecipare i cittadini alla fase di progettazione urbanistica dell’area dell’Ospedale Sant’Anna, una volta che le funzioni ospedaliere saranno trasferite a Cona.

    Purtroppo negli anni novanta non si è riusciti ad impedire quella follia che si è poi dimostrata Cona (invano e nei tempi giusti chiedemmo, insieme a migliaia di cittadini di investire per ristrutturare il Sant’Anna) però oggi non si puo’ far finta che l’ospedale nuovo sia quasi pronto e che l’area debba trovare un futuro compatibile con le necessità della città.

    Anche per questo – e per impedire ogni velleità speculativa – grazie ad un emendamento presentato dal sottoscritto e approvato dall’allora Circoscrizione Centro Cittadino, il Piano Strutturale Comunale prevede che non possano essere aumentate le cubature all’interno dell’area. Mi piace ricordarlo, ogni tanto.

    Ecco il programma della prima giornata di lavoro:

    SABATO 9 APRILE 2011

    Programma della mattinata
    Sala della Musica, Chiostro di San Paolo (Circoscrizione 1),
    via Boccaleone n. 19, Ferrara
    ore 9.30 Introduzione ai lavori
    ore 10.30 Gruppi di discussione facilitati
    ore 13.00 Colazione di lavoro

    Programma del pomeriggio
    Visita di studio:
    ore 14.30 ritrovo in Piazzetta Sant’Anna, Ferrara.
    L’antico Ospedale Sant’Anna, a cura di Francesco Scafuri.
    ore 15.30 ritrovo presso l’Arcispedale Sant’Anna, ingresso corso Giovecca n. 189 (angolo via Mortara), Ferrara.
    Le aree esterne e gli edifici esistenti, a cura dei tecnici del gruppo di progetto.
    ore 17.00 Conclusione della giornata.

    Maggiori informazioni sul sito del Comune:
    http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=2715

  • Sant’Anna, l’assemblea del Comitato

    Il Comitato Area Sant’Anna è un gruppo di cittadini ferraresi, a cui sta a cuore la futura riqualificazione dell’Area, che ha dato vita al Comitato per promuovere nuovi modelli partecipativi, con l’obiettivo di contribuire attivamente alle scelte che riguardano la città, attraverso la costituzione di laboratori di urbanistica partecipata.

    Il Comitato ha convocato un’Assemblea pubblica il 14 dicembre

    PARTECIPARE PER L’ AREA S. ANNA
    quali scenari, quali strade,
    quali opportunità?

    incontro aperto con l’Assessore all’Urbanistica
    del Comune di Ferrara

    martedì 14 dicembre ore 20,45

    Sala Rione San Benedetto
    Corso Biagio Rossetti 5 – Ferrara

    Cosa prevede il Piano Speciale d’Area?
    Quali sono gli interessi in gioco?
    In che modo i cittadini potranno partecipare
    alla definizione del progetto?

    Sono solo alcuni tra i quesiti che porremo all’Amministrazione Comunale.

    Insieme al Comitato S. Anna, partecipa anche tu all’incontro con le tue domande e le tue opinioni

  • PSC verso l’approvazione

    Nei giorni scorsi è approdato in Circoscrizione il PSC per il parere sulle controdeduzioni alle osservazioni dei cittadini e della Provincia.

    Ecco il documento di accompagnamento al parere favorevole approvato dalla Circoscrizione Centro Cittadino:

    Circoscrizione Centro Cittadino
    Documento di raccomandazioni in occasione del parere sulla delibera di approvazione del PSC del Comune di Ferrara.

    Il Consiglio della Circoscrizione Centro Cittadino riunito in data 13 novembre 2008

    Preso atto
    con soddisfazione che la gran parte delle proposte di questa Circoscrizione in sede di bozza e di adozione del PSC sono state recepite dall’Amministrazione,

    Valutata
    la proposta di controdeduzioni alle osservazioni e quindi di approvazione del nuovo documento di programmazione urbanistica,

    Raccomanda
    all’amministrazione di tenere conto di queste ulteriori proposte:
    •    Per quel che riguarda l’accordo di pianificazione relativo alla cessione del 50% della proprietà “Corte Fossa” sita di Via Bologna 1 (sottomura di Via Baluardi, la cosiddetta “casa del pollaio”) in cambio dell’edificabilità dell’area già individuata in via Pioppa, si chiede che l’atto allegato al provvedimento consiliare venga modificato in modo che la cessione avvenga in concomitanza con la stipula della convenzione di attuazione del Piano Urbanistico Attuativo relativo all’area di Ponte Travagli.
    •    Per quel che riguarda l’ambito in deroga del Sant’Anna si chiede di riconsiderare l’osservazione 964 e che quindi venga eliminata la possibilità di un aumento di volumetria nell’ambito in deroga, viste anche le determinazioni del tavolo tecnico istituito fra Regione, Comune, Azienda Ospedaliera e Soprintendenze che non prevede nel futuro un aumento di volume nell’area.

    Documento approvato con 10 voti favorevoli (6 PD, 1 Verdi, 1 PRC, 1 PRI, 1 IDV) e 6 astenuti (3 FI, 3 AN)

  • Sant’Anna e Verdi, l’interpretazione autentica.

    sant’annaSulle osservazioni dei Verdi sul Sant’Anna, uscite nei giorni scorsi sulla stampa locale, vanno fatte alcune precisazioni. Eccole:

    Egregio Direttore,

    nell’articolo pubblicato da “Estense.com” sulle osservazioni dei Verdi al Piano Strutturale Comunale di Ferrara ci viene attribuita una affermazione che non abbiamo pronunciato e che non corrisponde nè alla nostra posizione nè al testo, consegnato alla stampa, della nostra proposta di modifica del PSC in relazione all’area del Sant’Anna.

    Non è vero cioè che noi Verdi non vorremmo alcuna vendita per l’Area del Sant’Anna e la sua trasformazione in parco. Ciò che proponiamo, invece, è di prevedere una specifica prescrizione per garantire “un carico urbanistico inferiore o comunque non superiore all’attuale e un concorso internazionale di progettazione peri il riutilizzo dell’area che, nel rispetto delle indicazioni della Commissione Lugli, dia già indicazioni finalizzate al recupero dell’esistente e all’accorpamento delle aree verdi pubbliche per garantirne la fruizione“.

    Le indicazioni della Commissioni Lugli citate, sulle quali concordiamo, definiscono come è noto la divisione in tre dell’area del Sant’Anna: una parte per i servizi socio-sanitari del Comune e dell’Azienda USL, una per il Polo Universitario, e una destinata alla vendita ai privati, vendita peraltro indispensabile per completare l’ospedale di Cona. Non è dunque questa scelta, lo ribadiamo, in discussione.

    Riteniamo semplicemente che vista la delicatezza dell’area (tra tutela architettonica e contesto urbanistico) occorra limitare i volumi e soprattutto garantire una progettazione comune per le tre parti, che sia trasparente e che sappia rielaborare la qualità urbana del tessuto cittadino che la circonda, evitando nel contempo che le dotazioni di verde pubbliche siano frantumate in mille aiuole e bauletti ma invece accorpate per costituire un piccolo parco pubblico fruibile da tutti.

    La prego dunque di rettificare anche per evitare che nascano, di nuovo, polemiche sul nulla.

    Nel ringraziarla la saluto cordialmente.

    Leonardo Fiorentini
    esecutivo provinciale Verdi di Ferrara