• Tramvia, dichiarazione di voto non richiesta

    tram a ferrara - da estense.comAl di là del cognome non ho titoli per entrare nel dibattito in corso a Firenze sulla tramvia, che oggi avrà il suo sbocco referendario. Però due cose tengo a dirle.

    Per andare al sodo non ho ancora capito bene perchè vada bene a tutti coloro che sono preoccupati dello stato dei monumenti cittadini (Zeffirelli e Sgarbi in primis) il fatto che auto e bus passino tranquillamente a pochi metri dal Duomo fiorentino mentre non possa passarvi (solo) il tram. Ma forse è questo il problema. Per Firenze vi basti la mia dichiarazione di voto, non richiesta: voterei NO, a favore della tramvia.

    A Ferrara non mi dispiacerebbe affatto si riaprisse un dibattito sull’utilizzo del tram, mezzo per me molto affascinante. Rimpiango a vedere foto come queste (da estense.com) il fatto che non si sia mantenuta la rete tramviaria. Pensate solo quanti problemi si risolverebbero con due sole linee ad alta frequenza, una dalla stazione all’ospedale (passando per il Castello, finalmente chiuso al transito privato) e l’altra che percorre tutta Via Bologna, giungendo al capolinea in Porta Reno. E poi i bus a incrociare le due linee.

    Ma per ora rimane solo una proposta da blog, e come tale meritevole per il momento solo di un apposito sondaggio:

    {democracy:4}
  • L’ecopass funziona…

    ecopassNon è che ci volesse molto. La Grande Londra di Ken “il rosso” aveva già dimostrato come far pagare al singolo quello che è il costo (ambientale, sociale ed economico) della congestione da traffico aiuta finalmente almeno a gestire il numero sempre crescente di auto che si riversano ogni giorno nelle nostre città.

    Da Milano, nonostante le timidezze della giunta, e le proteste dei cittadini, arrivano buoni risultati: meno 24,5% di veicoli entrati nella Cerchia dei Bastioni, meno 12,5% di traffico complessivo in città, meno 27% di autoveicoli entrati tra le 7 e le 7.30, meno 30% di Pm10 allo scarico nell’area Ecopass e oltre 23.500 passeggeri in più sulle metropolitane. E circa 2,5 milioni di euro di introiti per 130.013 attivazioni effettuate.

    Il primo mese di sperimentazione non sembre malaccio, nonostante ci si sia limitati ad una versione abbastanza edulcorata rispetto ai provvedimenti presi a Londra, Stoccolma (ma anche Oslo, Bergen, Cristiansand).

    E pensate che a Ferrara facciamo fatica a convincere la giunta di centro-sinistra che bisogna proteggere – con i varchi elettronici – almeno la ZTL dalle auto private.